Kravfit: l’arte marziale che ci tiene in forma

Kravfit: di cosa si tratta?

Ne avete già sentito parlare?
Le arti marziali sono decisamente intramontabili, ma soprattutto si evolvono e si diffondono anche quelle che fino ad ora erano rimaste nell’ombra.
Molte non hanno a che fare solo con la difesa personale ma anche con il fitness, quindi tenersi in forma, scaricare lo stress ed essere allenati.
Vediamo dunque cos’è il kravfit e come ci aiuta a restare in forma.

Cos’è il kravfit?

Si tratta di una attività di fitness musicale. E’ stata ideata dalla trainer Iriada Gjondeadaj. Dal nome è intuibile che trae ispirazione dal sistema di difesa personale israeliano Krav Maga.
Il Krav Maga nasce dalla fusione di tecniche derivate da diversi tipi di combattimento e mira a neutralizzare l’avversario in modo rapido ed efficace esponendosi il meno possibile. E’ ottimo per l’auto difesa.
Passi di danza e tecniche di autodifesa si fondono dando origine ad un’attività che allena il corpo ed aiuta a scaricare lo stress.

I movimento vengono eseguiti a tempo di musica, in modo fluido e coreografico.

Quali sono i benefici del kravfit?

Vediamo un elenco di benefici che si traggono da questa attività:

  • Allena la muscolatura
  • Aiuta a perdere peso
  • Ha un alto impatto cardiovascolare
  • Migliora l’ossigenazione del sangue
  • Stimola le capacità coordinative
  • Migliora l’autostima
  • Allena le capacità reattivo-difensive
  • Aiuta a scaricare lo stress

A livello fisico i calci sollecitano gambe, glutei e addominali, mentre i pugni sferrati ed i movimenti intensi delle braccia tonificano e scolpiscono il lato superiore del corpo.
Si bruciano circa 500 calorie a lezione.

Com’è una lezione di Kravfit?

La lezione dura circa un’ora e prevede 3 fasi:

  1. Riscaldamento generale, della durata di 10 minuti, durante la quale si esegue il riscaldamento muscolare e lo stretching;
  2. 40 – 45 minuti sono impiegati per la lezione vera e propria;
  3. Gli ultimi 5 – 10 minuti sono dedicati al defaticamento

I passi sono a tempo di musica, si può immaginare un combattimento danzato contro un avversario. L’importante è che il movimento sia armonico e che vengano ben comprese le tecniche di autodifesa. C’è da dire che si tratta di un metodo molto efficace per apprendere e ricordare le sequenze dei movimenti.
Si eseguono esercizi specifici per gambe, braccia ed addome.

Vi sono 4 moduli specifici di allenamento:

1. Corso Kravfit® Base
Adatto a tutti. Si insegnano le principali tecniche Krav Maga mischiate tra loro su base musicale. Non xi sono interruzioni o momenti di pausa.
2. Kids Kravfit®
Ideato per i più giovani, la disciplina viene insegnata in forma di gioco. Aiuta a sviluppare le capacità motorie e coordinative, previene l’obesità infantile.
3. Kubotan Kravfit®
Unisce le tecniche classiche di Krav Maga utilizzando il Kubotan, strumento per l’autodifesa utile per colpire le zone sensibili del corpo da una distanza ravvicinata. Adatto a coloro che sono più interessati all’autodifesa.
4. Acqua Kravfit®
Si usano le tecniche di Krav Maga ma in acqua. Aumenta la resistenza dei colpi, sempre a ritmo di musica. E’ faticosa ma esercita un massaggio continuo su tutto il corpo.

Chi può praticare il Kravfit?

E’ indicato per chi vuole snellire e tonificare il corpo, per chi vuole scaricare lo stress ma anche migliorare l’autostima.
E’ ideale per chi vuole apprendere le tecniche di autodifesa divertendosi e restando in forma. Se durante un allenamento di Kravfit avete intenzione di monitorare l’intensità dell’attività fisica con un braccialetto fitness, sul sito s-m-webblog.com potete trovare un interessante articolo sulla scelta del migliore dispositivo per il monitoraggio dell’attività fisica.

Naturalmente occorre presentare un certificato medico che attesti la buona condizione di salute fisica.
La Kravfit è adatta ai bambini ed agli adulti, indirizzati ciascuno verso il modulo più idoneo.
Non serve preparazione e prestanza fisica, la si acquisisce con il tempo.