Home Smettere di russare Umidificatore in camera per smettere di russare

Umidificatore in camera per smettere di russare

Umidificatore per smettere di russareQuasi tutti russano, anche se c’è da dire che sono più gli uomini che tendono a manifestare questo problema che le donne. Quando questo dilemma si presenta spesso, ecco che la qualità del sonno viene compromessa e purtroppo è chiaro che irritabilità e stanchezza diurna sono all’ordine del giorno.

Pertanto la prima cosa essenziale da fare è identificare la causa, perché soltanto in questo modo si riuscirà a trovare la giusta cura.

A volte bastano alcuni semplici accorgimenti per poter risolvere la situazione come ad esempio dormire di lato anziché di schiena. E’ appurato infatti che dormire pancia in su il problema si accentua in quanto i tessuti della gola si rilassano maggiormente.

Oltretutto, cambiare il proprio stile di vita si rivela di grande importanza. Smettere di fumare perché il fumo provoca un’ostruzione alle vie aeree è un altro accorgimento da prendere in considerazione, oppure eliminare qualche chilo di troppo perché si è in sovrappeso, o ancora evitare di prendere tranquillanti o sedativi prima di andare a letto sono altri validi espedienti che vale la pena di provare prima di passare ad altre soluzioni.

Tuttavia, per chi le ha già provate tutte, perché non tentare con un altro utile e valido espediente, ovvero con l’umidificatore ?

Sembra una banalità, ma non lo è affatto perché molto spesso il russare dipende proprio da un’ostruzione delle vie aeree che può essere causato da muco eccessivo all’interno delle cavità nasali.

Mettendo in funzione l’umidificatore nella camera da letto durante la notte può rivelarsi davvero molto utile ed efficace, perché la sua funzione è proprio quella di umidificare le cavità nasali ed ecco che il problema potrebbe attenuarsi se non addirittura risolversi completamente.

Quale tipologia di umidificatore si deve acquistare per smettere di russare?

In commercio ne esistono di tutti i tipi e modelli e scegliere dunque, quello che fa al proprio caso non è per nulla semplice. Di sicuro se sono presenti bambini in casa, sono da evitare gli umidificatori a caldo, perché per emettere un buon tasso di umidità il dispositivo deve portare ad ebollizione l’acqua e un urto accidentale potrebbe destare non pochi problemi.

La tipologia ideale è quella ad ultrasuoni. Ebbene si, per poter sprigionare un tasso di umidità che soddisfi le proprie esigenze, l’acqua non viene portata ad ebollizione. All’interno dell’apparecchio è presente un trasduttore, grazie al quale l’energia elettrica è trasformata in ultrasuoni. Il vapore acqueo che viene sprigionato a freddo, consente così di umidificare tutta la stanza.

Quali sono le caratteristiche di un buon umidificatore?

Per scegliere il modello ideale dunque, è bene porre attenzione ai watt, così si consumerà poca energia e ci sarà un minor dispendio economico in bolletta. Oltre a questa piccola accortezza è necessario prediligere un umidificatore che abbia integrato un timer così si potrà impostare la funzione all’ora desiderata.

Una dovuta attenzione meritano anche i decibel: più saranno bassi e meno martelleranno le orecchie.

Molti sono riusciti a risolvere il problema del russare grazie all’umidificatore. Questo elettrodomestico è consigliato non solo per gli adulti ma anche per bambini e anziani che tendono a russare di notte per svariati e ovvi motivi. I più piccoli sono spesso soggetti ad allergie e raffreddori, pertanto aggiungendone uno nella loro cameretta i problemi di respirazione miglioreranno di gran lunga.

Umidificatore per smettere di russare: svantaggi, ce ne sono?

Nel complesso non sussistono svantaggi, ma una serie di vantaggi che abbiamo illustrato in precedenza.

L’unico svantaggio che sussiste è il costo dell’apparecchio. Il prezzo varia da modello a modello, si va da pochi euro per arrivare anche a cifre superiori se si prendono in considerazione modelli più tecnologici e d’avanguardia.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.