Home Smettere di russare Russare può essere pericoloso?

Russare può essere pericoloso?

Pericoli russareAlmeno il 20% della popolazione russa durante la notte.
Ebbene si, sia uomini che donne non riescono a conciliare il sonno come dovrebbero. Infatti spesso si tende a pensare che si tratti di una problematica che riguarda soltanto il sesso maschile, in realtà la roncopatia è frequente anche tra le donne.
Si tratta di un dilemma che non va affatto trascurato.

Il russare può essere pericoloso?

Questa è la domanda che si pongono molte persone. Di sicuro chi russa tutte le notti si alza stanco, spesso manifesta mal di testa, stress, malessere fisico, irritabilità e se tutti questi sintomi vengono trascurati con il trascorrere del tempo possono insorgere diverse problematiche di varia entità.

Alzi la mano chi non sa che il russare può apportare infarti e ictus. Ebbene si, questo disturbo è dovuto ad un restringimento delle vie respiratorie, pertanto i polmoni riceveranno meno ossigeno e d’altro canto il cervello dovrà ordinare ai muscoli respiratori di fare uno sforzo maggiore per poter ottenere una sufficiente quantità d’aria.

Questo fenomeno è conosciuto meglio come apnea del sonno. L’apnea notturna dunque, non è un disturbo qualsiasi. Se trascurato con il trascorrere del tempo provoca insufficienza cardiaca, ipertensione, aumenta la probabilità di infarti e ictus come accennato in precedenza, perché cuore, cervello e corpo per una manciata di secondi smettono di ricevere ossigeno.

Quali sono le cause del russare?

Molteplici possono essere i fattori scatenanti:

  • Setto nasale deviato
  • La presenza di polipi nasali
  • La presenza di allergie
  • L’anatomia del palato

Oltre a queste cause, annoveriamo altre sì il sovrappeso. Tenere il peso sotto controllo dunque, è doveroso perché l’obesità apporta tale disturbo.

Tuttavia c’è da fare una piccola considerazione: russare qualche volte a causa di un’allergia o di un raffreddore non è la stessa cosa russare sempre. Se gli episodi sono piuttosto frequenti e al mattino appena alzati si accusa qualche malessere (emicrania, stanchezza, spossatezza, irritabilità, ecc..) occorre consultare quanto prima il proprio medico di fiducia, perché è segno che c’è qualcosa che non va.

Russare, qualche consiglio per attenuare o risolvere il problema

Evitare di fumare

E’ difficile, lo sappiamo bene, ma se si vuole risolvere la problematica occorre smettere di fumare, perché l’ostruzione alle vie respiratorie è una conseguenza della sigaretta.

Cambiare spesso la federa del cuscino

Per i soggetti allergici, è necessario cambiare spesse volte la federa del cuscino, poiché è noto a tutti che l’accumulo di acari secca le vie respiratorie, provocando la tosse.

Decongestionare il naso

Se le cavità nasali sono ostruite a causa del muco eccessivo perché non utilizzare uno spray nasale o qualche soluzione fisiologica per poter liberare il naso dalle secrezioni che impediscono il passaggio di aria?

Chi soffre invece di apnea del sonno di moderata o grave entità bisogna prendere in considerazione altri rimedi più invasivi, quali, la chirurgia o apparecchi ortodontici. Erroneamente a quanto si pensa, non ci sono farmaci per curare questa problematica.

Grazie dunque, all’impiego di apparecchi ortodontici o alla chirurgia, alcuni sintomi quali, sonnolenza diurna, russamento forte verranno alleviati. Finalmente durante la notte si potrà dormire tranquilli in quanto la respirazione verrà nuovamente ripristinata.

Apparecchi ortodontici

Indossare l’apparecchio ai denti può risolvere l’apnea del sonno. Ovviamente bisogna ricorrere ad un ortodontista specializzato nella correzione dei denti e della mandibola.
L’apparecchio, se fatto su misura, metterà a posto la mandibola e la lingua, e di conseguenza le vie respiratorie saranno libere durante la notte.

Intervento chirurgico, risolve definitivamente la problematica dell’apnea notturna?

Alcuni pazienti che soffrono di apnee notturne possono trarre grande beneficio grazie all’intervento chirurgico. Attraverso un’operazione chirurgica le vie respiratorie verranno allargate. L’intervento può essere fatto in ambulatorio o in ospedale.

In conclusione, l’apnea del sonno è un disturbo molto grave, ma prendendo in considerazione quanto detto, la qualità del sonno migliorerà e al tempo stesso la sonnolenza diurna verrà alleviata. In aggiunta il rischio di infarti, ictus e ipertensione diminuiranno.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.