Home Implantologia Successo e durata degli impianti

Successo e durata degli impianti

Implantologia il successo degli impianti dentaliL’impiego di materiali forti, permette agli impianti di resistere a forze masticatorie calcolate, per tanto è davvero rara la rottura dell’impianto, ma non del tutto escludibile. Questo è uno dei problemi più presenti nel limite di durata degli impianti, ma in generale possiamo affermare che le condizioni che possono alterare la riuscita sono le condizioni locali, le condizioni sistemiche ed il sovraccarico dell’impianto.

Le condizioni locali scaturiscono dai batteri, che portano all’infiammazione della gengiva, responsabile della distruzione dell’osso che sostiene il dente. Un igiene frettolosa o negligente comporta un danno al tessuto di supporto.

Le condizioni sistemiche sono relative all’impossibilità da parte del corpo e dell’organismo di riparare le ossa o altri tessuti di supporto, comportando la perdita di sostegno per l’impianto. Annoveriamo alcune condizioni comuni come l’osteoporosi, le malattie del collagene, il diabete incontrollato, l’uso frequente di tabacco o di alcolici, l’assunzione di stupefacenti o qualunque malattia debilitante. In un contesto simile è ovvio che l’aspettativa di vita dell’impianto si riduce.

Per quanto riguarda il sovraccarico, bisogna distinguere che i carichi che rientrano nella tolleranza fisiologica dei tessuti che sostengono un dente o un impianto. Nello specifico il deglutire e il parlare sono fisiologici, e in assenza di anomalie stimolano la formazione di massa ossea. Altri carichi come lo stress emotivo possono provocare danni ai tessuti che sostengono il dente ed a quelli che sostengono l’impianto, si pu contribuire anche ad alterare la chimica del corpo provocando una condizione sistemica che indebolisce i tessuti di sostegno e li rende esposti a rottura.

Secondo le statistiche il successo totale degli impianti è del 95% in un tempo di 5 anni, questo significa che il 95% di tutti gli impianti inseriti è durato senza problemi per un periodo di almeno 5 anni. Quindi solo il 5% degli impianti è stato rimosso prima di 5 anni. Un dentista preparato può installare impianti che durano almeno 15 anni, ma purtroppo impossibile conoscere in anticipo la durata di uno specifico impianto.