Home Benessere Come trasportare un neonato in auto

Come trasportare un neonato in auto

Far viaggiare un neonato in auto è una circostanza che richiede un determinato procedimento, un’attrezzatura specifica e vi è una normativa ben precisa.

Perché tutto questo?
Purtroppo ogni anno molti neonati muoiono durante gli incidenti stradali, non tutti i genitori si rendono conto che tenere un neonato in braccio, in macchina, è pericoloso.
Sono tanti i casi di neonati sbalzati fuori dal parabrezza in caso di incidenti.
E’ dunque importante conoscere le norme, i dispositivi e le procedure di sicurezza per far viaggiare un neonato in auto.

Di seguito pertanto vedremo:

  • Normativa
  • Come leggere l’etichetta del dispositivo
  • Come installare il dispositivo

Come trasportare un neonato in auto: la normativa

Iniziamo parlando proprio della normativa che regola il trasporto dei bebè in macchina.
L’art. 172 del Codice della Strada prevede che i passeggeri di età inferiore ai 12 anni e di altezza inferiore a 1,50 m siano agganciati a un sistema di ritenuta omologato, adatto al loro peso e alla loro statura.

Vi sono dunque cinque dispositivi, a noi interessano i primi due:
1. Gruppo 0 (navicella): per bambini da 0 a 10 kg (da 0 a 9 mesi circa). Lettini che permettono al neonato di viaggiare sdraiato;
2. Gruppo 0 + (ovetto): per bambini da 0 a 13 kg (da 0 a 15 mesi circa) Lettini analoghi ai precedenti con una maggior protezione alla testa e alle gambe;

Attenzione: è vietato per legge posizionare sul sedile anteriore le navicelle e gli ovetti, in presenza di airbag inseriti sul lato passeggero. Questo perché l’airbag scattando tramortirebbe il neonato soffocandolo. La navicella o l’ovetto vanno posizionati nel sedile centrale posteriore, gli airbag laterali vanno disattivati.

Il mancato uso del dispositivo adatto o l’uso errato comportano una multa da 70 a 285 euro e la perdita di 5 punti della patente.

Come trasportare un neonato in auto: leggere l’etichetta del dispositivo

Quando s’intende viaggiare con un neonato occorrono dei dispositivi specifici di cui è bene imparare a leggere l’etichetta.
Ecco come si legge contrassegno di omologazione:

  • ECE R44 è la normativa di omologazione;
  • Universal questo dispositivo è compatibile con qualsiasi automobile;
  • 0-18 kg indica la categoria di peso del bambino che può supportare il dispositivo;
  • E1 indica il marchio internazionale di omologazione e il paese che ha rilasciato l’omologazione;
  • 02. 30 10 27 la prima coppia di numeri indica la versione della normativa secondo cui il dispositivo è omologato. La seconda serie di numeri (30 10 27) rappresenta il numero progressivo di produzione.

E’ molto importante che il dispositivo sia omologato, una navicella non omologata può non reggere agli urti e non svolgere in modo adeguato alla sua funzione.

Come trasportare un neonato in auto

Navicelle ed ovetti sono i dispositivi più sicuri per far viaggiare un neonato in macchina.
I neonati hanno una struttura muscolo-scheletrica debole e non controllano la testa pertanto è bene che stiano sdraiati e non seduti. Se infatti il neonato è semi seduto affloscia la testa e può soffocare.

La navicella e l’ovetto vanno montati in senso opposto a quello di marcia, per installarli occorre seguire le istruzioni.
La posizione migliore è quella sul sedile posteriore centrale, in quanto più sicuro. Da evitare i sedili posteriori, specie se vi sono airbag e sedili anteriori.

Se state cercando un dispositivo per trasportare in auto vostro figlio sul sito amisuradimamma.it trovate suggerimenti e comparazioni fra i migliori seggiolini per auto in commercio.

Possibilmente qualcuno deve stare affianco al neonato.

Posizionare bene le cinture, assicurarsi che i vestiti non siano d’intralcio.
Non porre oggetti sulla cappelliera posteriore dell’auto, perché in caso di urto possono colpire il bimbo.
Si consigliano spostamenti brevi e non frequenti. Fermarsi inoltre di frequente se il viaggio richiede tempo. Guidare piano e senza distrazioni rispettando il codice della strada.