Danno muscolare

Schermata 1
L’allenamento muscolare può essere la causa di micorolesioni locali a livello del tessuto muscolare, infatti sotto particolari condizioni tali lesioni possono portare ad una risposta che induce un incremento dello sviluppo di massa muscolare. Il danno può essere localizzato, interessando solo qualche macromolecola di tessuto, oppure più esteso al sarcolemma, lamina basale o tessuto connettivo.

Non tutti i sarcomeri di una medesima fibra muscolare posseggono la stessa forza e i sarcomeri più deboli sono disposti più o meno casualmente su tutta l’area della miofibrilla. Durante la tensione muscolare i sarcomeri più deboli si deformano e subiscono delle lesioni, in modo particolare i tubuli T con la conseguente alterazione omeostatica dovuta alla fuoriuscita di ioni calcio.

La risposta ad un trauma muscolare è collegata con un’infiammazione locale, di conseguenza sono chiamati in causa anche macrofagi e linfociti, i macrofagi si liberano dai resti cellulari danneggiati, e per salvaguardare la struttura del tessuto producono citochine che attivano i mioblasti (cellule primitive del tessuto muscolare). Dal fenomeno infiammatorio pare possano susseguirsi ulteriori fenomeni anabolici per mezzo del rilascio di fattori di crescita che regolano la proliferazione delle cellule satellite.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail