Addominali: falsi miti e verità

Schermata 1Le persone, vista la sedentarietà della vita quotidiana, spesso si lamentano del grasso che si accumula sulla pancia, perchè è lì che purtroppo quando prendiamo qualche chilo si nota subito, basta sentire più stretto un pantalone che prima vestivamo benissimo, oppure una gonna nella quale la zip non sale più come faceva prima.

Per tutto questo ovviamente la soluzione c’è, ma bisogna sfatare alcuni miti che purtroppo aleggiano nell’aria e non ci permettono di risolvere il problema alla radice. Prima di tutto, fare troppi addominali, non serve a nulla, in quanto il grasso in questo modo non si elimina ma si tende solamente ad ingrossare la pancia. L’unico modo per ottenere dei validi risultati è quello di cambiare alimentazione e di aggiungere semmai a tutto questo, un buon esercizio cardiovascolare.

Per quanto riguarda la dieta, fa bene mangiare molta frutta e verdura, e inoltre non eliminare le proteine come molti affermano, ma soltanto dosarle nella giusta misura, sarebbe ottimale quindi tenersi su 1,4 e i 2 grammi per chilo. Stessa cosa vale per i carboidrati e i grassi, che non vanno mai tolti del tutto dall’alimentazione ma soltanto diminuiti all’interno di un regime dietetico che deve essere sempre equilibrato. Ricordarsi che è fondamentale bere circa due litri di acqua al giorno, perchè l’idratazione è importantissima per eliminare il gonfiore addominale, ovviamente questo comporta che vanno tolte del tutto le bibite gassate e alcoliche, che in tutti i casi non fanno bene all’organismo.

Uno dei migliori esercizi in questo campo, è sicuramente il crunch classico che se è eseguito nella maniera corretta, è l’unico che permette di allenare il muscolo completamente. Il muscolo in questione, è appunto il retto addominale che è un muscolo unico separato da fasci tendinei, la sua capacità di crescita,vista proprio le sue peculiarità, è molto limitata, in quanto è un muscolo di postura, quindi se si impara a camminare già tenendo la schiena dritta inevitabilmente lo si inizia a lavorare. Se poi si decide di fare attività fisica e la si fa in maniera corretta allora il muscolo lavora dall’inizio alla fine dell’esercizio, qualunque esso sia, perchè rimane sempre in tensione.

Gli addominali possono essere allenati in combinazione con qualsiasi altro muscolo, ma non hanno bisogno di allenamenti particolari rispetto alle altre parti del corpo, solo un po’ più mirati, ma senza mai esagerare come spesso accade nelle palestre. Sicuramente un un buon aiuto in questo campo è fare attività aerobica, iniziando però da una bassa frequenza, tipo 45 minuti al giorno, per poi aumentare quando il corpo si sarà abituato a questo tipo di sfrorzo.

Per quanto riguarda le creme, un altro falso mito, dettato dalle regole pubblicitarie, fa sperare in risultati miracolosi, che però con il loro solo impiego non avveranno mai.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail