Body balance

Schermata 1
Il Body Balance è una nuova disciplina sportiva utile per combattere stress quotidiano e tensione nervosa. La novità sta nel fatto che unisce diversi tipi di attività: yoga, pilates e thai chi.
L’attività fisica regolare è molto utile, non soltanto perché permette di tenere il corpo in forma, ma anche perché offre la possibilità di scaricare la tensione e di liberare la mente da tutti i pensieri negativi che in un certo qual modo provocano ansia e stress. Un modo per rilassarsi e per ridurre la tensione, oggi, è offerto da una nuovissima disciplina sportiva chiamata Body Balance, che si pone come obiettivo principale quello di far ritrovare l’armonia perduta tra corpo e spirito.

L’allenamento è composto dall’unione di più attività che già si dedicano a quest’ ambito e che sono: yoga, pilates e tai chi. Praticando questo sport l’organismo ritorna in uno stato di armonia e di benessere, perché si genera una sorta di effetto relax su tutto il corpo.

I benefici in maniera dettagliata sono:

miglioramento della flessibilità e della mobilità
incremento della forza della parte superiore del corpo
miglioramento dell’apparato cardiovascolare
aiuto nella concentrazione
Questo tipo di esercizio è sicuramente moderato, però permette ugualmente di migliorare l’autostima che come tutti sanno durante i periodi di stress e di conseguente depressione che può derivare, è messa a dura prova.

La lezione tipo di Body Balance, dura 55 minuti: i primi 45 sono esercizi semplici ma intensi, gli altri 10 riguardano tecniche di rilassamento e meditazione.

L’istruttore in questo caso deve essere molto bravo perché deve essere capace di intuire il livello di allenamento, e sulla base di questo dirigere l’atleta sulla tipologia di esercizi più adatti al suo livello.
Il riscaldamento prevede la fase che s’ispira alla disciplina del Tai Chi, quindi movimenti fluidi e semplici per eliminare lo stress quotidiano. Fase Sun Salutation, questa è una sequenza tipica dello yoga, che riscalderà il corpo attraverso l’allungamento e il rafforzamento dei principali gruppi di muscoli. Sono previste poi ulteriori pose dello yoga come il Guerriero e il Triangolo, che condurranno lentamente alla fase di Equilibrio. La fase successiva riguarda la mobilità delle anche e gli esercizi per raggiungere una maggiore flessibilità e libertà di movimento. Poi è la volta del tronco, qui si utilizzano esercizi appositi derivati dallo Yoga e dal Pilates. La parte finale riguarda la zona bassa del corpo, con posizioni e allungamenti per gambe e schiena. L’ultima parte della lezione è tutta incentrata sui benefici dettati dalla meditazione.
E’ importante vestirsi in modo semplice e confortevole e non indossare scarpe. Il contatto con il pavimento permette un migliore equilibrio posturale. D’inverno è sempre bene, per evitare di prendere delle infreddature, indossare qualcosa di caldo sopra l’abbigliamento canonico, soprattutto nella prima e nell’ultima fase dell’allenamento. L’ideale è frequentare la lezione tre volte la settimana.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail