Ottenere il massimo dai bicipiti

Schermata 1
La strada per ottenere delle braccia imponenti non può che prevedere un incremento di intensità nel workout di allenamento. Innanzitutto occorre allenarle, anche se con set più leggeri, due volte a settimana, stressando il tessuto muscolare più volte nell’arco del microciclo di allenamento si stimola maggiormente la crescita muscolare.

Nel micrciclo settimanale un giorno deve essere dedicato completamente ai bicipiti e ai tricipiti, con esercizi di varie tipologie e diverse intensità di allenamento. Visto che stiamo costruendo il nostro piano di allenamento intorno ai muscoli delle braccia poniamo il giorno a loro dedicato subito dopo il giorno di riposo. Durante il giorno di riposo i muscoli si ricaricano di glicogeno, in questo modo saremo sicuri di dedicarci alle braccia con un allenamento ad alta intensità sfruttando il massimo dell’energia. disponibile.

Impostare un piano con gli accorgimenti appena esposti produce già un buon allenamento mirato per le braccia, ma possiamo ottenere di più!

Teniamo presente che sia i bicipiti che i tricipiti vengono attivati durante molti altri esercizi, nel caso specifico i tricipiti sono molto attivi durante gli esercizi per i pettorali, ed i bicipiti in molti esercizi per la schiena, tenendo conto di ciò noi possiamo utilizzare la seduta per il petto e quella per la schiena come sedute parziali per le braccia, aggiungendo quindi un singolo esercizio per i tricipiti dopo la seduta per il petto e un singolo esercizio di bicipiti dopo la seduta per la schiena otteniamo come risultato un forte stimolo all’ipertofia prolungato per quasi l’intero microciclo di allenamento.

Principi per massimizzare l’allenamento delle braccia:

Allenare i bicipiti con una serie subito dopo l’allenamento per la schiena, ogni due settimane variare l’intensità dello stimolo, anche utilizzando delle varianti.
Allenare i tricipiti con una serie subito dopo l’allenamento per il petto, anche in questo caso ogni due settimane variare intensità e tecnica per una stimolazione più profonda del muscolo.
Nella seduta di allenamento dedicata esclusivamente alle braccia scegliere un esercizio per ogni tipologia, ad esempio il primo esercizio per la forza, come i dip per i tricipiti che consentono di sollevare carichi elevati, in questo caso seguire i principi di allenamento per la forza, ovvero 6-8 ripetizioni con fase positiva esplosiva e fase negativa lenta e controllata.
Il secondo per la massa; come il curl alternato con manubri da seduto che possiede un discreto stimolo ipertrofico, in questo caso si obbedisce al principio di allenamento per la massa con 8-10 ripetizioni.
Il terzo per la definizione: come le spinte indietro per i tricipiti, questa categoria di esercizi non permette di utilizzare carichi elevati, da eseguire al termine della seduta con 10-12 ripetizioni.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail