Il full-body in superset

Schermata 1
I Superset rappresentano uno dei metodi di allenamento più popolari per chi si allena intensamente con gli esercizi di muscolazione. Questo particolare stile di allenamento produce grandi risultati e genera un pregevole effetto pump ampliamente ricercato dai bodybuilders. Il grande fascino dei superset nasce durante gli anni settanta quando Arnold Schwarzenegger rese nel pieno della popolarità condivise le sue routine di allenamento evidenziando l’importanza dei superset nei suoi workout quotidiani.

Generalmente i superset sono impiegati in workout di allenamento suddivisi per due gruppi muscolari così da focalizzarli entrambi nella stessa sessione giornaliera.

I superset vengono impiegati da molti atleti professionisti in routine divise in due gruppi muscolari, ciò comporta comunque un notevole impegno in termini di tempo speso in sala pesi, spesso infatti si allenano per 5-6 volte a settimana con sessioni superiori all’ora di allenamento.
Se prendiamo però in considerazione un frequentatore medio delle palestre, che intende allenarsi per migliorare il suo stato generale di forma fisica con una riduzione di massa grassa ed un incremento della muscolatura, notiamo che la frequenza media di presenza nelle palestre è di circa 2-3 volte a settimana per sessioni di 30-60 minuti. Per tali motivi una scheda di allenamento pensata per la maggioranza dei frequentatori deve prendere in considerazione la necessità di allenare un ampio numero di gruppi muscolari ad ogni sessione.

In seguito a tale necessità nel corso degli ultimi anni si sono diffusi sempre più i workout Full Body, con programmi che mirano ad allenare più gruppi muscolari possibile ad ogni sessione.
Quindi spesso l’allenamento Full Body offre buoni risultati nel minor tempo possibile ed in più è in grado di fornire uno sviluppo armonico del fisico garantendo un ottimo sviluppo della forza.

Ecco che diventa naturale cercare di unire i superset, con la loro estrema garanzia di efficacia comprovata negli ultimi 40 anni, con la nuova tendenza di allenamento Full Body per venire incontro alla sempre maggiore richesta di razionalizzazione dei tempi in sala pesi.

Allenamento per tutto il corpo con i Superset
Si comincia focalizzandosi su un grande gruppo muscolare utilizzando esercizi multiarticolari, di conseguenza viene attivato oltre al muscolo bersaglio anche un secondo muscolo, il quale sarà allenato come muscolo bersaglio nell’esercizio successivo.

Un esempio potrebbe essere il seguente:

1° Superset: Gran Pettorale e Tricipiti
Dopo stretching e riscaldamento si inizia la sessione di allenamento con la panca piana, esercizio specifico per che prevede un coinvolgimento attivo del tricipite, di conseguenza completiamo il primo superset petto-tricipiti col french press così da generare un grande pompaggio di tutta la parte alta del corpo.

Completato così il superset per il gran pettorale e tricipiti si passa al successivo superset.

2° Superset: Schiena e Bicipiti
Il superset si apre con rematore con bilanciere e si chiude con il curl dei bicipiti con manubri.

3° Superset: Trapezio e spalle
Composto da tirate al mento e alzate laterali

4° Superset: Gambe e dorso
Composto da squat e mezzo stacco alla rumena

Al termine della sequenza di questi 8 esercizi saremo certi di aver allenato tutti i maggiori distretti muscolari con la metodologia dei superset.
La congiunzione dell’allenamento classico dei superset con la nuova tendenza dell’allenamento Full Body produce una nuova forma di allenamento potente, efficace e veloce.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail