Vitamina b2

Schermata 1La vitamina B2 ha un ruolo molto importante per quanto riguarda il metabolismo energetico: è proprio da essa infatti che si originano il FAD e l’ FMN. L’FMN infatti è formato dalla riboflavina legata ad un fosfato mentre il FAD è formato da dall’FMN legato ad un AMP. E’ una vitamina molto sensibile alla luce e quindi gli alimenti che la contengono devono essere stoccati al buio.

L’ assorbimento della vitamina B2 è migliore durante il pasto a causa della secrezione della bile e del transito rallentato. Negli alimenti la riboflavina non è in forma libera bensì sottoforma di FAD o FMN. Il pool corporeo è di circa 1g di cui l’80% è nel muscolo. Non viene accumulata, la sua quantità nelle urine è indicazione del suo assorbimento. Il fabbisogno varia da 0,5 mg a 0,85 mg per 1000 Kcal, è presente un po’ in tutti i cibi e si ha carenza solo nei paesi dell’est asiatico spesso accompagnata a carenze multivitaminiche. I fenomeni di tossicità a causa di vitamina B2 sono inesistenti perché l’assorbimento intestinale è al massimo di 20 mg per singola dose.

Carenza da vitamina B2

Per avere evidenti sintomi di carenza l’apporto con la dieta deve essere basso per diversi mesi. La sintomatologia di carenza da vitamina B2 è data da lesioni mucocutanee e seborrea cutanea, anemia microcitica.

Fonti alimentari della vitamina B2

Come già sopra accennato, la vitamina B2 è molto presente nei cibi sottoforma di FAD o FMN. Gli alimenti con il maggior contenuto comunque sono il latte, le uova, il fegato, la carne e il lievito a patto che questi siano stati ben conservati e cioè al riparo dalla luce.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail